Notizie flash

POSTER DINAMO al XXI Congresso SItE

 

Dal 3 al 6 ottobre 2011 si svolge presso l’Università degli Studi di Palermo il XXI Congresso della Società Italiana di Ecologia.

Il congresso dal tema “I limiti dello sviluppo: beni e servizi ecosistemici, impatti e gestione” ha il proposito di individuare e suggerire le possibili azioni per una relazione sostenibile tra la specie umana e i sistemi naturali.

Durante i lavori sarà presentato il poster Il Progetto Life+ DINAMO per la conservazione della biodiversità e la valutazione dei servizi ecosistemici in un territorio rurale dell’Italia Meridionale (Basso Molise).

 

Per maggiori informazioni consultare il seguente link:  http://www.unipa.it/site2011/index.html

plus minus gleich
toggle
toggle

Nibbio reale

(Milvus milvus)


Distribuzione

Si trova in gran parte dell’Europa, dell’Asia occidentale e dell’Africa del Nord. In Italia lo si può avvistare in Sardegna, Sicilia e lungo l’Appennino centro-meridionale.

 

Caratteri distintivi

Lunghezza: oltre 60 cm

Apertura alare: 145-155 cm

Facilmente confondibile con il Nibbio bruno, si distingue per le ali più strette e per la lunga coda, profondamente forcuta. Durante il volo planato si riconosce per le ali angolate e per una macchia bianca sotto le nere remiganti primarie.

Gli adulti sono macchiettati di rosso ruggine, con testa chiara. Iride dal giallo pallido al biancastro.

I giovani hanno piumaggio più cupo, con testa più scura. Zampe gialle, iride grigio o grigio brunastro. Piumino bianco rossastro.

 


Biologia

Epoca di nidificazione: aprile-giugno.

Il nido, alto sugli alberi, è costruito con rametti, riempiendo la cavità interna con frammenti vegetali, carta e brandelli di stoffa. Depone in genere tre uova di colore bianco calce, macchiate di grigio e di bruno.

L’incubazione, effettuata dalla sola femmina, dura circa 4 settimane. I giovani apprendono il volo a 50 giorni.

Voce: normalmente uiuu uiuu, durante la parata emette trilli acuti.

Alimentazione: piccoli vertebrati e anche carogne.

Migratore parziale, si sposta in marzo-aprile e settembre-ottobre.